Il leone e la gallina
Battisti-Mogol

La gallina coccodé
spaventata in mezzo all'aia
tra le vigne e i cavolfiori
mi sfuggiva gaia.
Penso a lei e guardo te
che già tremi perché sai
che tra i boschi o in mezzo ai fiori
presto mia sarai.
Arrossisci finché vuoi
corri, fuggi se puoi
ma
non servirà
ma
non servirà.

C'era un cane un po' barbone
che legato alla catena
mi ruggiva come un leone
ma faceva pena.
Penso a lui e guardo me
che minaccio chissà che
mascherato da leone
ma ho paura di te.
Arrossisci tu che puoi
io ruggisco se vuoi
ma
cosa accadrà
ma
cosa accadrà.

Sono io che scelgo te
o sei tu che scegli me
sembra quasi un gran problema
ma il problema non c'è.
Gira, gira la gran ruota
e la terra non è vuota
ad ognuno la sua parte
saper vivere è un'arte.
Arrossisci fin che vuoi
corri, fuggi se puoi
ma
non servirà
ma
non servirà.