C.S.A.R.

Cosa succederà alla ragazza

di

LUCIO BATTISTI


I MUSICISITI


Diciamo che è il disco più misterioso, più oscuro del periodo post mogoliano.
Esce nell'ottobre del 1992 e, ancora una volta, sconcerta i fans, soprattutto chi è
legato allo stile strettamente "pop". La veste grafica del disco è ora ridotta ancor
più all'essenziale, avendo eliminato perfino i disegni che avevano caratterizzato
gli ultimi lavori. Sulla copertina sono riportate soltanto le quattro iniziali del titolo:
C.S.A.R. Enfatizzata l'impronta "dance" già presente in alcuni brani de "La sposa
occidentale". Dicevo, insomma che i brani hanno praticamente una costante
presenza ritmica "martellante", a tratti asfissiante ma che è pregevolmente
arricchita o, se vogliamo, impreziosita da lunghi "tappeti" di moderne tastiere e
sintetizzatori. La distribuzione di questo prodotto viene affidata alla
Columbia/Sony. Il produttore nonché musicista (già presente in "La sposa
occidentale") è Andy Duncan. A collaborare con quest'ultimo vi sono Spike
Edney e Lyndon Connah, rispettivamente alla chitarra e alle tastiere. È l'ultimo
vinile ufficiale per la produzione discografica di Battisti.







Hanno collaborato:



Lyndon Connah: Tastiere & Programmazione
Spike Edney: Chitarra ritmica
Andy Duncan: Batteria & Percussioni

Registrato da Paul Wright
Mixato da Gregg Jackman
Assistiti da Richard Lowe e Howard Bargroff
Studi Sarm West, Londra

Prodotto da Andy Duncan



I brani:


1. Cosa succederà alla ragazza
2. Tutte le pompe
3. Ecco i negozi
4. La metro eccetera
5. I sacchi della posta
6. Però il rinoceronte
7. Così gli dei sarebbero
8. Cosa farà di nuovo

COLUMBIA
4723282