MADREPENNUTA

MOGOL

Mogol è lo pseudonimo di Giulio Rapetti (1936). Figlio di Mariano Rapetti, noto discografico iniziò
la professione di paroliere o meglio di autore di testi (come ama definirsi lui) nei primi anni Sessanta.
Prima di collaborare con Lucio, scrisse nel '61 un successo diventato un evergreen, vale a dire "Al di
là" cantato da Betty Curtis e Luciano Tajoli. Verso la metà degli anni '60 iniziò il fortunato sodalizio
con Battisti. Tra i suoi numerosissimi successi ricordiamo "Io vivrò senza te" ('68), "Mi ritorni in mente" ('69),
"Emozioni" ('70) e "Una donna per amico" ('78). Nei primi anni '70 fondò insieme a Battisti
una delle prime case discografiche indipendenti cioè la NUMERO UNO.
Dopo aver "divorziato" artisticamente da Lucio
Battisti, Rapetti lavorò con vari artisti ottenendo successi altalenanti; tra le altre collaborazioni ricordiamo
quelle con Gianni Bella, Mario Lavezzi, Mango e Umberto Tozzi.

Mogol è stato il fido paroliere
di Lucio dal 1966 fino al 1980.
In seguito alla clamorosa separazione artistica
con Battisti, Mogol conobbe periodi di
scarsa creatività. Tuttavia è riuscito comunque
ad ottenere successi anche recenti, basti
pensare ai due ultimi dischi di Adriano
Celentano... infatti è stato creato un trio
delle meraviglie: Celentano-Bella-Mogol e
come diceva il Buon Corrado: «Non finisce qui!!!»

Mogol è stato il fido paroliere
di Lucio dal 1966 fino al 1980.
In seguito alla clamorosa separazione artistica
con Battisti, Mogol conobbe periodi di
scarsa creatività. Tuttavia è riuscito comunque
ad ottenere successi anche recenti, basti
pensare ai due ultimi dischi di Adriano
Celentano... infatti è stato creato un trio
delle meraviglie: Celentano-Bella-Mogol e
come diceva il Buon Corrado: «Non finisce qui!!!»