MADREPENNUTA

INEDITI - UNA GIORNATA UGGIOSA

 

Una giornata uggiosa

(Battisti-Mogol)

Sogno un cimitero di campagna
e io là
all’ombra di un ciliegio in fiore senza età
per riposare un poco
due o trecento anni
Giusto per capir di più e placar gli affanni
Parabarabà!
Sogno al mio risveglio di trovarti accanto
intatta con le stesse mutandine rosa
non più bandiera di un vivissimo tormento
ma solo l’ornamento di una bella sposa
Ma che colore ha
una giornata uggiosa
ma che sapore ha
una vita mai spesa
Parabarabà!
Parabarabà!
Sogno di abbracciare un amico vero
Che non voglia vendicarsi di un momento amaro
e gente giusta che rifiuti d’esser preda
di facili entusiasmi e ideologie alla moda
Ma che colore ha
una giornata uggiosa
ma che sapore ha
una vita mal spesa ah aha
Ma che colore ha
una giornata uggiosa
ma che sapore ha
una vita mal spesa
nanananananana
Sogno il mio paese infine dignitoso
e un fiume con i pesci  a un’ora dalla casa
di non fuggire nella Nuovissima Zelanda
fuggire via da te
Brianza velenosa
Ma che colore ha
una giornata uggiosa
ma che sapore ha
una vita mal spesa
Ma che colore ha
una giornata uggiosa
ma che sapore ha
una vita mal spesa
nanananananana

back