IL VELIERO

(Battisti-Mogol)

 

Il veliero va

e ti porta via.

In alto mare e già, sei meno mia.

Inevitabile oramai,

ma come faccio a immaginare che sarai

di un altro uomo.

Il veliero va

e mi porta via.

Spumeggiando va, è giusto, e sia.

Ma mi domando come può

il mio destino fare in modo che sarò

di un'altra donna.

Il veliero va,

tutti quanti su.

Prua al mare va, non torna più.

Lo smarrimento vince sempre lui

mamma paura, come sempre, non lasci mai

i figli tuoi.